PAGELLE ROMA ZORYA LUHANSK – Dopo il successo a Marassi con il Genoa, la Roma ritrova il sorriso e la vittoria anche in Europa: nella quinta giornata del girone C di Conference League, la squadra giallorossa batte, all’Olimpico, lo Zorya Luhansk con un netto 4-0. La partita si mette subito in discesa con il gol di Carles Perez al 15′ ad aprire le danze. Qualche minuto più tardi, trova il raddoppio Zaniolo dopo una grande discesa di Veretout che, sul finale di tempo, sbaglia anche un rigore. Nella seconda frazione di gioco poi gli uomini di Mourinho chiudono i giochi, con la doppietta di Tammy Abraham che si regala anche un gol in rovesciata.

Leggi anche:
Roma a segno da 19 gare europee consecutive: tra le italiane solo la Juve ha fatto meglio

Le pagelle di Roma-Zorya Luhansk

Rui Patricio 6,5. Dopo sei minuti è subito chiamato a un grandissimo intervento sul tiro dalla distanza di Buletsa. Poi si gode una bella Roma.

Mancini 6,5. Festeggia la 100esima presenza con la maglia della Roma con una bella vittoria, la fascia da capitano e una prestazione ordinata. In difesa non rischia nulla e quel poco che c’è da fare lo fa bene. Allora per rendere più adrelinica la serata prova a fare qualcosa in avanti, dove si rende pericoloso con un paio di colpi di testa da calcio piazzato.

Smalling 6. Il ritorno in campo migliore possibile: mette minuti nelle gambe e controlla bene l’avversario. Speriamo che ora non ci siano più stop.

Kumbulla 6. Una serata senza troppi patemi d’animo che può fargli bene per prendere sicurezza.

Karsdorp 6. La partita si mette in discesa praticamente da subito e si risparmia qualche discesa. E’ sempre in campo (è uno dei più utilizzati da Mou), una prestazione con i giri al minimo ci può stare.

Veretout 6,5. Con Mkhitaryan al suo fianco a centrocampo è chiamato a compiti più difensivi, ma si rende decisivo in fase offensiva quando con una corsa di 40 metri serve l’assist per il gol di Zaniolo. Poi sbaglia il rigore a fine primo tempo che abbassa la valutazione di mezzo voto. Ma è un ottimo Jordan.

Mkhitaryan 6,5. Nella nuova veste da centrocampista convince e sembra essere rinato rispetto alla versione sbiadita del Mikhi ammirata (si fa per dire…) a inizio stagione. Grandi giocate difensive, attitudine, impegno ed intelligenza tattica: chissà che questo non possa essere il ruolo del futuro dell’armeno.

El Shaarawy 6,5. Un’altra bella conferma da esterno del centrocampo a 4. Tanta corsa, dinamismo e la solita tecnica infinita: l’assist con l’esterno per il primo gol Perez è una piccola perla. Nel secondo tempo mette sui piedi di Abraham un cioccolatino solo da spingere in rete, ma l’inglese sbaglia clamorosamente.

Perez 7. Dimenticato da tutti (o quasi), Mourinho lo schiera inaspettatamente dal 1′ e stavolta Carles non si fa sfuggire l’occasione. E’ lui a trovare la rete del vantaggio e a prendersi il rigore poi sbagliato da Veretout. Assolutamente imprendibile per gli avversari, è senza dubbio la sorpresa della serata. Ora servono garanzie di continuità: la Roma ha bisogno di ricambi affidabili nel reparto offensivo e la versione di Carles visto stasera può senza dubbio esserlo.

Zaniolo 7,5. La serata, insieme al derby, in cui sempre essere estremamente vicino a tornare il giocatore che ci aveva fatto vedere prima dei terribili infortuni. Sbaglia qualcosa nelle scelte degli ultimi metri nel primo tempo, ma la prestazione è assolutamente da incorniciare. Dirompente a livello fisico e con tante qualità tecniche, Nicolò oggi fa vedere tutto il repertorio: tanti strappi travolgenti, il gol del 2-0 e l’assist per il tris di Abraham. Manca qualcosa? Sì, ritrovare continuità e poi riavremo al 100% il calciatore straordinario ammirato prima del doppio problema alle ginocchia. Back in the days.

Abraham 7. L’inizio non è dei migliore, visto che si divora un gol praticamente già fatto. Poi, anche grazie ad un Zaniolo travolgente, riesce a trovare il gol e si sblocca. Fa doppietta con una rovesciata da urlo, dopo aver sciupato almeno un altro paio di occasioni. Ma i segnali dati da Tammy stasera sono importanti.

dal 70′ Ibanez 6. Entra in campo concentrato e svolge il suo compito senza sbavature.

dal 70′ Zalewski 6. In qualche modo fa parte del gol del 3-0 di Abraham.

dal 70′ Shomurodov 6. Tanta voglia di far bene nei pochi minuti a disposizione e un gol sfiorato.

dal 74′ Mayoral SV. Forse poteva avere qualche minuto in più, ma avrebbe tolto quella splendida rovesciata ad Abraham.

dal 79′ Missori SV. Un altro giovane che fa il suo esordio: in bocca al lupo per il futuro!

Mourinho

L’articolo PAGELLE di Roma-Zorya Luhansk: Zaniolo ‘Back in the days’, sorpresa Perez. Mkhitaryan, la svolta del futuro? sembra essere il primo su Roma news.