Dopo il 4-0 allo Zorya e il suo esordio in prima squadra, il classe 2004 Filippo  Missori ha parlato ai microfoni dei cronisti. Le sue dichiarazioni:
MISSORI A ROMA TV+
Le sensazioni dopo il debutto?
Un’emozione indescrivibile per me che sono cresciuto in questa società. Il mister mi ha chiamato, mi ha dato questa opportunità e lo ringrazio molto.
Il mister ti ha dato anche il pallone a fine partita
Sì, il mister mi ha chiamato, mi sono fatto trovare pronto senza timore e senza ansia, ci abbiamo scherzato su prima di entrare e mi ha regalato il pallone per l’esordio.
Quanto è bello lavorare tutti i giorni con Mourinho?
Il mister è da sempre un grande allenatore, è un privilegio allenarmi con lui tutti i giorni, quando mi chiama mi faccio sempre trovare pronto, do sempre il massimo ed è stato ripagato il lavoro che ho fatto
Sei il primo giocatore nato nel 2004 a giocare una competiziona uefa con una squadra italiana. Una dedica per questo traguardo?
Alla mia famiglia, che mi è sempre stata vicino nei momenti sia belli sia brutti. Ai miei amici che erano allo stadio e che vengono sempre e alla mia ragazza che mi sta sempre vicino