UNGHERIA ITALIA NATIONS LEAGUE PAGELLE – L’Italia ancora in formato 3-5-2 vince in Ungheria contro la capolista del girone, completando una grande rimonta in classifica (6 punti nelle ultime 2 partite) che ci manda alle Final Four di Nations League. Apre Raspadori nel primo tempo (’27), il punto esclamativo di Di Marco arriva al 52’. Donnarumma decisivo con alcuni interventi prodigiosi.

DONNARUMMA 8 – Primo tempo inoperoso, nella ripresa diventa il protagonista assoluto con una triplice parata difficilissima sullo 0-1, poi con un prodigioso intervento di ginocchio ed infine con un colpo di reni su deviazione di Bonucci che sbarrano la strada ai padroni di casa e ci mandano alle Final Four di Nations League.

TOLOI 6 – Partita di ordine e di attenzione. Gioca con semplicità ed è bravo nelle coperture preventive.

BONUCCI 6,5 – Il Capitano azzurro si trova a suo agio nel 3-5-2 e si vede: nel primo tempo, con l’Ungheria molto coperta, è bravo a provare a far partire l’azione con giocate di qualità.

ACERBI 6,5 – Conferma la prova di livello espressa con l’Inghilterra. Il cartellino giallo a metà primo tempo induce il CT Mancini a lasciarlo negli spogliatoi all’intervallo. (dal 46’ Bastoni 5,5 – Soffre più del dovuto la pressione offensiva ungherese e fatica a trovare le giuste distanze con gli altri compagni di difesa).

DI LORENZO 6,5 – Molto concentrato nei tagli esterni dell’Ungheria, si fa trovare sempre pronto nelle chiusure diagonali. A fine primo tempo sfiora il gol con un velenoso tiro a giro. (dal 90’ Mazzocchi s.v. – Storico esordio per l’esterno della Salernitana).

BARELLA 6,5 – È suo l’intercetto sul pressing alto che innesca lo 0-1 di Raspadori. Dà dinamicità alla manovra anche se alla distanza cala un po’ di lucidità.

JORGINHO 6,5 – Primo tempo frizzante e dinamico, con il centrocampista del Chelsea che regala sprazzi di paleggio in formato Europeo 2021. Come tutta la squadra, cala dopo lo 0-2 anche a causa di una maggiore pressione dell’Ungheria. (dal 72’ Pobega 6 – Ridà fiato e polmoni ad un centrocampo in fatica, portando la barca in porto fino al triplice fischio).

CRISTANTE 6 – Parte con il freno a mano tirato, poco mobile nel trovare spazi – in particolare nella prima frazione – tra le maglie chiuse dei padroni di casa. Cresce alla distanza e si fa trovare pronto nel taglio che vale il bellissimo assist per lo 0-2 di Di Marco.

DIMARCO 7 – Dopo il grande match di San Siro, ripete la prova di qualità e gamba. Segna il gol decisivo dello 0-2 che tanto avrebbe meritato contro l’Inghilterra davanti al suo pubblico.

GNONTO 5,5 – Mancini lo manda in campo dal primo minuto per dare più movimento e imprevedibilità alla manovra. Poco lucido in alcuni appoggi, è però puntuale nel fiondarsi sul pallone da cui poi scaturisce il vantaggio azzurro. (dal 65’ Gabbiadini 6 – Fa legna e aiuta in copertura).

RASPADORI 6,5 – Come contro l’Inghilterra, qualche errore in fase di avvio gara, poi è furbo a sbloccare con scaltrezza una partita chiusa. (dal 72’ Scamacca 6 – Entra per alzare la squadra ed aumentare i centimetri in attacco).

All. MANCINI 7 – Ci sono momenti in cui l’Italia deve attaccare e altri in cui deve soffrire, dice spesso il CT. Questa sera come non mai il canovaccio della gara è questo ed è bravo a far mantenere alta la concentrazione della squadra.

L’articolo Ungheria-Italia 0-2, le pagelle: Raspadori cinico, Di Marco ficcante. Un Donnarumma prodigioso ci regala le Final Four proviene da Romagiallorossa.it – AS Roma news, calciomercato, notizie in tempo reale.