Nella conferenza prepartita di Roma- Bologna , ancora una volta Josè Mourinho ha elogiato il gruppo, in particolare chi gioca meno come Diawara e Kumbulla , presi da esempio dallo Special One: ” C’è bisogno di mentalità forte, un gruppo forte, un gruppo empatico. Che vuole fare bene. Il credito è per i giocatori, per quelli che non giocano tanto, come il caso di Diawara che ha giocato solo qualche minuto, che lavora tanto durante la settimana, anche con il feeling di chi arriva alla partita e non gioca, ma arrivare a lavorare con questa professionalità aiuta ad avere grinta, ma io direi anche amicizia. Come Kumbulla che entra per giocare qualche minuto e prende il giallo per fermare una giocata pericolosa, spezza l’azione, marca Milinkovic che è un gigante. Fa il suo lavoro per un minuto ma esce felice per quello che ha fatto per la squadra. Più di ruolo, di tattica, di lavoro mio, più dei moduli, il credito per me è per i giocatori, per la loro mentalità e per il gruppo che sono.”Nella conferenza prepartita di Roma- Bologna , ancora una volta Josè Mourinho ha elogiato il gruppo, in particolare chi gioca meno come Diawara e Kumbulla , presi da esempio dallo Special One: ” C’è bisogno di mentalità forte, un gruppo forte, un gruppo empatico. Che vuole fare bene. Il credito è per i giocatori, per quelli che non giocano tanto, come il caso di Diawara che ha giocato solo qualche minuto, che lavora tanto durante la settimana, anche con il feeling di chi arriva alla partita e non gioca, ma arrivare a lavorare con questa professionalità aiuta ad avere grinta, ma io direi anche amicizia. Come Kumbulla che entra per giocare qualche minuto e prende il giallo per fermare una giocata pericolosa, spezza l’azione, marca Milinkovic che è un gigante. Fa il suo lavoro per un minuto ma esce felice per quello che ha fatto per la squadra. Più di ruolo, di tattica, di lavoro mio, più dei moduli, il credito per me è per i giocatori, per la loro mentalità e per il gruppo che sono.”