ROMA ZORYA LUHANSK ZANIOLO – Adesso tocca a Nicolò Zaniolo. Dopo due partita passate per intero in panchina, oggi il numero 22 della Roma tornerà titolare nella sfida decisiva in Conference League contro lo Zorya Luhansk.

Leggi anche:
Roma-Zorya Luhansk, le probabili formazioni dei quotidiani

Zaniolo torna e guida l’attacco

Zaniolo, quindi, torna dal 1′ in campo e lo farà in una posizione insolita. Come scrive La Gazzetta dello Sport, infatti, sarà la seconda punta al fianco di Tammy Abraham e questo potrebbe aiutarlo a sbloccarsi definitivamente. giocando più vicino alla porta e senza dover ricoprire anche i compiti di copertura difensiva che gli spettano solitamente nel 4-2-3-1 potrebbe anche tornare al gol. Cosa che, è chiaro, lo aiuterebbe a ripartire di slancio ed a rinfocolare quel morale che oggi è – inevitabilmente – un po’ giù. Mourinho si gioca questa sfida importante con la maggior parte dei giocatori migliori e, quindi, anche con Zaniolo. Dopo, appunto, le due panchine in campionato e un chiarimento avuto a tu per tu successivo a una piccola incomprensione in allenamento. Mou vuole che Nico dia di più, perché sa che quel di più fa parte del suo dna, che Zaniolo ce l’ha nelle corde (e nei piedi). Per tre mesi gli ha dato fiducia incondizionata, anche per aiutarlo a recuperare dalle «cicatrici emozionali», come ha detto spesso il tecnico portoghese, riferendosi anche ai due drammatici infortuni ai legamenti delle ginocchia che ha dovuto affrontare l’attaccante giallorosso. Adesso, però, vuole che cambi marcia e per stimolarlo nel modo migliore gli ha “regalato” anche le due panchine, complice pure il cambio del modulo che è andato inevitabilmente a penalizzarlo. Mourinho vuole che Nicolò reagisca di testa, che mentalmente abbia una scossa emotiva. Oggi Mourinho si aspetta una risposta importante.

L’articolo Zaniolo alla conquista di Mou: oggi guida l’attacco della Roma sembra essere il primo su Roma news.